Circolare 0

Venerdì 19 aprile 2024 – Uscita didattica per la partecipazione all’incontro con Papa Francesco “Trasformiamo il futuro: per la pace con la cura”

Venerdì 19 aprile 2024 - Uscita didattica per la partecipazione all'incontro con Papa Francesco "Trasformiamo il futuro: per la pace con la cura"

Il Liceo “Rispoli-Tondi” ha partecipato con gli alunni delle classi IIA e IIB scientifico il 19 Aprile all’Incontro delle Scuole di Pace con Papa Francesco. All’incontro hanno partecipato oltre 6000 studenti confluiti dalle scuole di tutta Italia. Dopo un percorso di educazione alla Pace svolto nelle proprie scuole gli studenti si sono ritrovati numerosissimi con striscioni, bandiere, cartelloni per testimoniare il loro impegno e la loro voglia di essere protagonisti attivi nella costruzione di un mondo di Pace. Per i docenti e gli studenti è stato emozionante ascoltare le parole di incoraggiamento del Papa. E’ stato un momento di festa, di condivisione di ideali e di valori, di acquisizione di maggiore consapevolezza e forza per continuare ad impegnarsi. Con canti, cartelloni, brevi riflessioni, testimonianze, gli studenti sono stati protagonisti.

In questo clima di festa, per pochi attimi, nella sala tutto si è fermato ed è regnato un silenzio assoluto: tutti, su invito del Papa, si sono uniti al dolore immenso dei bambini vittime delle guerre in atto,  tutti senza parole hanno gridato la loro condanna ad ogni guerra.

Riportiamo alcuni passi significativi del discorso di papa Francesco: “Cari ragazzi, care ragazze, cari insegnanti, buongiorno a tutti! Grazie per questo cammino ricco di idee, di iniziative, di percorsi formativi e di attività, che intendono promuovere una nuova visione del mondo. Grazie per essere pieni di entusiasmo nell’inseguire obiettivi di bellezza e di bontà, in mezzo a situazioni drammatiche, ingiustizie e violenze che sfigurano la dignità umana. Grazie perché con passione e generosità vi impegnate a lavorare nel “cantiere del futuro”, vincendo la tentazione di una vita appiattita soltanto sull’oggi, che rischia di perdere la capacità di sognare in grande. Oggi più che mai, invece, c’è bisogno di vivere con responsabilità, allargando gli orizzonti, guardando avanti e seminando giorno per giorno quei semi di pace che domani potranno germogliare e portare frutto. Voi portate nel cuore questo grande sogno: “Trasformiamo il futuro. Per la pace, con la cura”. ..voi siete chiamati ad essere protagonisti e non spettatori del futuro. … È vero che queste sfide richiedono competenze specifiche, ma è altrettanto vero che esse ci riguardano da vicino, toccano la vita di tutti e chiedono a ciascuno di noi partecipazione attiva e impegno personale. In un mondo globalizzato, come questo, dove siamo tutti interdipendenti, non è possibile procedere come singoli individui che si prendono cura soltanto del proprio “orto”, per coltivare i propri interessi: occorre invece mettersi in rete e fare rete. …Cari ragazzi, care ragazze, cari insegnanti, si tratta di un sogno che richiede di essere svegli e non addormentati! Sì, perché lo si porta avanti lavorando, non dormendo; camminando per le strade, non sdraiati sul divano; usando bene i mezzi informatici, non perdendo tempo sui social…Cari studenti, cari insegnanti, voi avete messo al cuore del vostro impegno due parole-chiave: la pace e la cura. Sono due realtà legate tra loro: la pace, infatti, non è soltanto silenzio delle armi e assenza di guerra; è un clima di benevolenza, di fiducia e di amore che può maturare in una società fondata su relazioni di cura, in cui l’individualismo, la distrazione e l’indifferenza cedono il passo alla capacità di prestare attenzione all’altro, di ascoltarlo nei suoi bisogni fondamentali, di curare le sue ferite, di essere per lui o lei strumenti di compassione e di guarigione..In questo tempo ancora segnato dalla guerra, vi chiedo di essere artigiani della pace; in una società ancora prigioniera della cultura dello scarto, vi chiedo di essere protagonisti di inclusione; in un mondo attraversato da crisi globali, vi chiedo di essere costruttori di futuro, perché la nostra casa comune diventi luogo di fraternità…Vi auguro di essere sempre appassionati del sogno della pace. “



https://www.liceorispolitondi.edu.it/wp-content/uploads/2024/05/Papa2024.jpg


Documenti

Papa2024

jpeg - 208 kb